Questo è quello che succede alle saponette giù usate negli hotel, se ve lo steste chiedendo

A meno che non pensiate di restare in una camera d’hotel per un periodo di tempo esteso, possiamo dire che le saponette non verranno usate completamente. Ma dove finiscono dopo che gli ospiti d’hotel vanno via?

Almeno parte di queste in America va a Clean the World, una azienda di Orlando che ricicla il sapone per produrne di nuovo.

Il sapone che usano non raggiunge mai la discarica, aiutando l’ambiente del posto e tutto il nuovo sapone viene distribuito alle aree che lo necessitano. Gli hotel negli Stati Uniti in realtà pagano Clean the World affinché prenda il loro sapone inutilizzato – $0,50 a stanza al mese, secondo Thrillist.

Sono anche partner di aziende di cosmetici come Unilever affinché queste ricevano le saponette. Una volta che il vecchio sapone arriva in uno degli ingrossi di Clean the World (che si trovano in India, a Las Vegas, Hong Kong, Orlando e Montreal), il sapone viene sciolto e a questo viene data una nuova forma con nuove saponette. Questi nuovi saponi sono impacchettati e mandati ad associazioni benefiche (come la Croce Rossa) e altre ONG in tutto il mondo.

Il lavoro che Clean the World fa è davvero stupefacente: nel 2016, hanno prodotto più di 7 milioni di saponette e 400.000 kit d’igiene. Di queste saponette, 500.000 hanno aiutato coloro che sono stati affetti dall’uragano Matthew ad Haiti e alle Bahamas.

L’azienda lavora anche con bottiglie di shampoo, bagnoschiuma e balsamo già usate. Questi articoli sono ispezionati attentamente (le bottiglie devono essere piene per 3/4), le bottiglie più vuote sono riciclate e poi sono incluse nei precedentemente citati kit d’igiene – che includono anche spazzolini, dentifrici e disinfettanti per mani – prima di essere distribuiti a rifugi per senzatetto in tutto il mondo.

Lascia un commento